Bergamo NEXT-LEVEL - 11 Maggio ore 10:30 – 13:00














L’evento si sviluppa come conferenza-spettacolo incentrata su riflessioni storico-culturali, tracce drammatiche e testimonianze musicali attorno alle differenti accezioni e stratificazioni del concetto di pace, e soprattutto sull’arte come forma di ricomposizione dei conflitti ed emanazione pacificata di bellezza. L’incontro sarà aperto da un affondo etimologico, seguito da due riflessioni sul teatro greco antico amplificate da letture sceniche. L’evento muoverà poi decisamente verso i conflitti novecenteschi, la narrazione di personalità emblematiche e l’esplorazione delle forme artistiche di pace, specialmente musicali. Gli interventi si fonderanno con due performances, l’una con estratti testuali dal teatro greco antico (da Eschilo, Eumenidi; da Aristofane, Pace), l’altra con testimonianze storiche e brani musicali di compositori e interpreti rappresentativi dell’aspirazione alla pace nella cultura del Novecento: L. Bernstein, M. Rostropovich. 

INTRODUCE E MODERA Paolo Cesaretti Università degli studi di Bergamo

 INTERVENGONO 
Piera Molinelli Università degli studi di Bergamo 
Cecilia Nobili Università degli studi di Bergamo 
Carla Romanelli Crowther Autrice
 Alessandro Taverna Politecnico delle Arti di Bergamo “G. Donizetti – G. Carrara”

 CONTRIBUTI VIDEO Andrea Ceccomori Maestro, compositore e flautista, Segretario Fondazione Ars Pace 
Enrique Barón Crespo già Presidente del Parlamento Europeo, Cancelliere dell’Università della Pace                                          ONU, Presidente Fondazione Ars Pace
 Alessandro Ricci Università degli studi di Bergamo 

 LETTURE A CURA DI CUT Bergamo
 INTERVENTI MUSICALI 
Alfonso Alberti Politecnico delle Arti di Bergamo “G. Donizetti – G. Carrara”
 Roberto Ranieri Politecnico delle Arti di Bergamo “G. Donizetti – G. Carrara”

Nessun commento:

Posta un commento